Casi
Un caso di chirurgia Computer Assistita

Le riabilitazioni protesiche moderne sensibilizzano i pazienti portatori di protesi rimovibili alla
loro sostituzione in protesi fisse, che rispondono bene alle esigenze psicologiche e di confort funzionali. La tecnica chirurgica computer assistita senza lembo e risultata essere la meno invasiva e la piu consona per ottenere con buona prevedibilità e predeterminazione i nostri obiettivi clinici della riabilitazione implanto-protesica, associando una protesi altamente estetica e biologicamente compatibile quale la zirconia ceramica.

Materiali e metodi: Un nostro paziente C.G. di anni 51 portatore di protesi scheletrica da piu di venti anni sull'arcata inferiore ancorata con attacchi ai denti 44 a destra e 34 e 35 a sinistra, rivestiti con corone in oro-resina (foto 1), decide la sostituzione di suddetta protesi con ponti fissi su impianti e la sostituzione delle corone in oro-resina con zirconia-ceramica. Paziente di cultura media, non fumatore, con una anamnesi priva di patologie sia metaboliche che vascolari, opta per una chirurgia priva di lembo e computer assistita e carico immediato. Prelevate le prime impronte di studio viene fatta una ceratura diagnostica e una mascherina, con la quale il paziente viene inviato ad eseguire una Tac dental-scan per poter poi effettuare la programmazione implantare con il software IMPLANT 3D (foto 2) della MEDIALAB e la metodica RAY-SET. II piano terapeutico prevede l'installazione di quattro impianti Exacta Biaggini WidePlattform di lunghezza 13 mm e diametro 4 mm in sede 45 - 46 e in sede 36 - 37, siti che radiologicamente mostrano una buona mineralizzazione. Effettuata la programmazione con il software si procede ad eseguire la cosiddetta "chirurgia del gesso" e cioè il laboratorio, avvalendosi del "Ray Set Apparatus" che si interfaccia con i parametri rilevati con lo studio del software, fornisce le giuste coordinate per gli inserimenti degli analoghi di impianto nel nostro modello di gesso. Quindi si preparano i provvisori in resina da avvitare sugli impianti per il carico immediato. A questo punto la nostra dima radiologica e stata trasformata in una dima chirurgica e quest'ultima ci consentirà l'inserimento degli impianti nella chirurgia sul paziente. La chirurgia viene eseguita secondo il protocollo implantare della metodica exacta con il raggiungimento di un torque di inserimento implantare superiore ai 40 Nw, valore sufficiente per un carico immediato per tutte e quattro le fixtures. Dopo 3 mesi dall'intervento si eseguono i denti definitivi a base di zirconia-ceramica e anche le vecchie corone oro e resina vengono sostituite in zirconia-ceramica.

Risultati: Il paziente non presenta nessuna complicanza post operatoria, non si segnala neanche edema e le RX di controllo documentano un ottimo inserimento implantare. Il paziente può immediatamente riprendere la sua attività quotidiana sia lavorativa che di abitudini alimentari, e migliorare il proprio profilo psicologico per la eliminazione della protesi rimovibile. A distanza di un anna si ha un'ottima risposta dei tessuti molli che non presentano nessuna infiammazione e radiologicamente si documenta la buona osteointegrazione degli impianti.

Conclusioni: La tecnica chirurgica computer assistita con carico immediato si dimostra ben accettata per la sua buona tollerabilità e mini invasivita chirurgica che, associata a dei materiali estetici e con scarsa adesivita di placca quale la ceramica su zirconia, puo essere considerata una buona altemativa alle metodiche tradizionali.

Argomenti
PAZIENTE R. Paziente di sesso femminile di anni 63 alta 1. 63 cm. – peso kg 71, 6. La paziente giunge alla mia attenzione per motivi odontoiatrici...
Le riabilitazioni protesiche moderne sensibilizzano i pazienti portatori di protesi rimovibili allaloro sostituzione in protesi fisse, che rispondono...