Prevenzione
Prevenzione rischio carie

La carie dentaria è una malattia degenerativa che colpisce i tessuti duri del dente e che rappresenta una delle patologie più diffuse nella popolazione, in particolare in età pediatrica.
Tale processo distruttivo è favorito da tre principali fattori di rischio: alterazione dei componenti della saliva (tale da  compromettere la sua funzione microbicida e immunitaria), arcata dentaria disarmonica (che favorisce il ristagno dei residui di cibo e quindi il formarsi della placca batterica), cattive abitudini alimentari e igieniche (eccessiva assunzione di zuccheri e pulizia dei denti inadeguata).
La carie dentale si origina per l’azione dei batteri che in condizioni normali vivono nella bocca senza arrecare danno all’organismo e che non possono essere eliminati, anche a causa dei loro numerosi effetti positivi nel combattere altre specie patogene. Quando però si verificano le condizioni che alterano questi equilibri, i microorganismi che convivono nel cavo orale sviluppano un potenziale patogeno. I batteri (in particolare lo Streptococco mutans e il Lattobacillo), nutrendosi dei residui del cibo, producono sostanze che a lungo andare intaccano lo smalto e si aprono un varco nello spessore della dentina, fino ad arrivare alla polpa del dente, che non ha capacità riparative.
L’elevata prevalenza della patologia cariosa nella popolazione infantile purtroppo non sempre corrisponde ad un adeguato intervento preventivo da parte dei genitori, che rivestono un ruolo determinante per la futura salute dei denti del bambino. Oltre all’educazione dei propri figli  rispetto alle corrette norme igieniche e ad un adeguato regime alimentare che riduca l’assunzione di carboidrati semplici (zuccheri), sarebbe opportuno un controllo periodico presso un medico dentista al fine di individuare un piano di terapie correttive e preventive. La profilassi dentale per i bambini prevede la sigillatura di solchi e fossette dei molari definitivi con una resina molto fluida che protegge il dente dall’attacco degli acidi dei batteri.
Oggi, infine, sono disponibili dei test salivari che si eseguono in pochi minuti e con costo contenuto, grazie ai quali è possibile determinare il rischio di carie al quale si è esposti e definire di conseguenza un adeguato programma di prevenzione individuale per salvaguardare la salute dei nostri denti e quelli dei nostri figli.

Argomenti
Una cattiva igiene orale che non elimini tempestivamente i residui di cibo dopo ogni pasto, unita a determinati regimi alimentari, da vita ad...
La vista dei primi esami ecografici suscita inevitabilmente nei genitori un genuino stupore nel riscontrare la conformazione, in uno stadio...
Gli studi più recenti tendono ad evidenziare una precisa correlazione tra le patologie della gengiva e lo sviluppo delle malattie cardiache...
La carie dentaria è una malattia degenerativa che colpisce i tessuti duri del dente e che rappresenta una delle patologie più diffuse nella popolazione,...