Prevenzione
Protocolli di igiene in gravidanza

La vista dei primi esami ecografici suscita inevitabilmente nei genitori un genuino  stupore nel riscontrare la conformazione, in uno stadio così precoce, di braccia, mani e gambe. La stessa attenzione andrebbe però diretta anche alla formazione dell’apparato dentale già a partire dal secondo mese di vita: la futura madre spesso non ha la consapevolezza che, tra le molteplici cautele che lo stato di gravidanza richiede, è indispensabile porre particolare attenzione nel salvaguardare lo stato di salute dei suoi denti e di quelli che spunteranno a suo figlio.
Nel corso della gestazione (e successivamente durante l’allattamento) il cambiamento ormonale espone infatti in molti casi la donna al rischio di patologie del cavo orale: la maggiore quantità di sangue in circolo nell’organismo provoca generalmente una maggiore predisposizione all’infiammazione delle gengive, mentre l’azione detergente della saliva diminuisce, incrementando l’esposizione ai rischi di carie dentali. Molte volte la gravidanza non è la causa diretta di questi fenomeni, ma una condizione fisiologica che può peggiorare condizioni patologiche lievi o semplicemente latenti fino a quel momento, senza contare che l’insorgere di determinate abitudini alimentari (come l’accentuarsi del numero giornaliero di spuntini e il frequente incremento nell’assunzione di carboidrati) possono favorire l’insorgere di malattie del cavo orale.
Tutti gli studi in materia hanno pertanto evidenziato come durante la gravidanza il controllo dei denti è di cruciale importanza sia per preservare la salute della futura madre che per agevolare il corretto sviluppo delle strutture orali del nascituro ed evitare successivamente di contaminare la bocca del bambino appena nato. La consulenza di un medico dentista, soprattutto nei primi mesi di gestazione, è dunque fondamentale per definire un adeguato protocollo che preveda un più attento controllo dell'igiene orale della gestante attraverso una serie di sedute in cui viene praticata la detartrasi o la lucidatura dei denti.
Infine è interessante segnalare che recenti ricerche hanno evidenziato l’esistenza di un preciso legame tra le malattie gengivali e determinate complicanze ostetriche, incidendo in particolare sul rischio di parti prematuri e sulla riduzione di peso del bambino alla nascita.

Argomenti
Una cattiva igiene orale che non elimini tempestivamente i residui di cibo dopo ogni pasto, unita a determinati regimi alimentari, da vita ad...
La vista dei primi esami ecografici suscita inevitabilmente nei genitori un genuino stupore nel riscontrare la conformazione, in uno stadio...
Gli studi più recenti tendono ad evidenziare una precisa correlazione tra le patologie della gengiva e lo sviluppo delle malattie cardiache...
La carie dentaria è una malattia degenerativa che colpisce i tessuti duri del dente e che rappresenta una delle patologie più diffuse nella popolazione,...